insegno ai corpi l'incontro con l'altro nel rispetto reciproco

educatore marziale

 

 

Dalla pratica dell'arte marziale alla formazione
 
Una pluriventennale pratica dell'arte marziale, mi ha regalato un'intensa disciplina della postura, del movimento, del contatto, della distanza, dello sguardo, del respiro e dell'energia. E da esperienza parallela di  crescita personale, è divenuta nel tempo la via per convocare la corporeità nella pratica formativa.
 
Ne è derivato un approccio meticcio. La Difesa Relazionale, che intreccia principi, tecniche, strategie propri delle arti marziali, con una pratica educativa orientata allo sviluppo della capacità personale e professionale di attraversare mondi relazionali complessi. 
 
 
Aiuto ad assumersi la responsabilità del segno che il proprio corpo lascia negli incontri
 
L'educazione, al di là dei desideri, dei progetti e dei metodi, è innanzitutto incontro di corpi. Occorre dunque imparare come i corpi comunicano perchè il corpo insegna insieme alle parole. Insegna, ovvero lascia un segno nell'altro. Io aiuto ad assumersi la responsabilità di questo segno, talvolta entusiasmante, spesso doloroso. L'educazione fa male, anche con le migliori intenzioni, e occorre disciplinare il corpo perché faccia male il meno possibile e comunque sempre con un senso. Occorre sopratutto saper vedere e accettare che l'altro, proprio perchè è un corpo, è vulnerabile, dunque tenta legittimamente di difendersi con le armi che ha  a  disposizione. Se l'altro impara, è perchè si difende quel che serve per imparare senza subire. Se l'altro impara è perchè chi insegna glielo permette, proteggendo la sua possibilità  di  difendersi.
 
Anche la vita quotidiana è incontro di corpi, del resto. Un incontro spesso affollato, promiscuo, estraneo, facilmente percepibile come fastidiioso, imbarazzante, inquietante, pericoloso. Molte scuole di arti  marziali, insegnano a difendersi dagli incontri più estremi, quando la violenza esplode e il danno fisico, anche grave, è vicinissimo. Incontri sempre possibili, ma fortunamente non quotidiani. Io insegno a difendersi in tutte le altre situazioni in cui il  corpo desidera proteggersi, e insegno a farlo per imparare a difendere la possibilità di ognuno di incontrare l'altro.
 
 
Pratico e insegno Difesa Relazionale
 
Organizzo e propongo stage e laboratori in palestra o in spazi aperti, convocando i partecipanti in tuta e scarpe da ginnastica. Movimento, contatto, ritmo, musica, respiro sono le dimensioni dominanti. La ricerca del nesso tra ciò che accade ai  corpi in quel momento e l'esperienza quotidiana, è la costante. Apro finestre di corporeità consapevole nelle normali attività d'aula, quando occorre muoversi, toccare e farsi toccare per capire. 
 
Insegno forme, tecniche e combattimento in un corso regolare, nella migliore tradizione dell'arte marziale a chi dell'educazione marziale vuole raggiungere l'origine, ma anche a tutti coloro che, più semplicemente, amano il Kung Fu
chc-lsw3.jpg
422809_10151083292352408_1197881309_n.jpg
Sli5p.jpeg
163638_489016377407_2220780_n.jpg
548150_10151083292032408_1174308259_n.jpg
375928_10151083293057408_195319962_n.jpg
hm9cZ.jpeg
168636_489015277407_4082576_n.jpg
pVzHk.jpeg
168636_489015267407_4676422_n.jpg
1-51.jpg
1-44.jpg
1-61.jpg
1-60.jpg
1-55.jpg
1-43.jpg
1-42.jpg
1-40.jpg
1-18.jpg
1-14.jpg
1-13.jpg
1-7.jpg
Strategie dell'incontro grid.jpg
kung_fu_panda_2_01.jpg
yin-yang+(1).jpg
Senza+titolo+3.005.jpg